Vivere Londra, Tra Banche, Soldi E Lavoro

Molti italiani in questi ultimi anni hanno lasciato o stanno lasciando il "bel paese" per provare a vivere all'estero in uno stato dove la crisi e le tasse non opprimono i salari dei cittadini, i servizi sembrano funzionare bene e ci sono opportunità di lavoro e di crescita personale.

E' tutto vero?
In parte si, Londra sembra rispondere a tutte le necessità di una persona che si è stancata di un sistema finanziario al tracollo, fatta di politici corrotti o di una legge che il più delle volte non tutela la persona che spesso si lamenta senza però agire.

Vivere a Londra non è semplice, non solo perché stiamo parlando di una delle città tra le più costose al mondo, dove con 1000€ (800£) al mese ci si può permettere una stanza in un appartamento condiviso con altre persone, ma anche perché Londra rappresenta un compromesso tra opportunità e rinunce, lavoro e amicizie.

Infatti, se è vero che da una parte ci si allontana dai problemi che affliggono l’Italia facendola sprofondare giorno dopo giorno, dall’altra ci si allontana anche dai familiari e dalle amicizie,mettendo in pausa la vita attuale per ripartire da zero in un posto nuovo, con altre leggi e una altra cultura.

Il primo impatto?
Devastante, solo arrivando a Londra e muovendo i primi passi ti accorgi di quanto questa città e i suoi cittadini vanno tre volte più veloci. Tutto è ottimizzato in funzione del tempo, tutto sembra funzionare bene e viene migliorato di continuo.
Capisci che Londra è una città ricca, moderna, dove gira l’economia e girano i soldi, le banche offrono benefit interessanti come cash-back ed interessi per nulla trascurabili.

Il punto forte di Londra senza dubbio è l’economia con le sue banche, la Barclays offre conti corrente fee free, cioè senza tasse, mentre altre come la TSB, Lloyds o Santander offrono reali interessi.

Ma non è tutto oro quello che luccica, Londra offre tanto ma devi essere all’altezza; la tecnologia e l’economia regnano sovrane e quindi c’è molta richiesta di queste posizioni di lavoro, dove una laurea e l’esperienza possono aiutare a trovare contratti a tempo indeterminato con stipendi importanti.

Le banche a Londra a differenza dell’Italia sono un reale investimento e incentivano il cliente ad utilizzare bancomat, carte di credito o di debito.

Cosa fare per vivere a Londra?
Come prima cosa trovare casa… E’ la parte più difficile e per niente trascurabile, quindi è meglio girare questa fantastica città prima di decidere dove vivere, dopodiché scoprirete che con il Post Code (codice postale) potrete fare qualunque cosa: aprire un conto corrente bancario, fare il NIN (National Insurance Number per pagare le tasse), trovare un lavoro e guadagnare soldi per vivere.

Il conto corrente bancario:
La maggior parte dei nuovi arrivi aprono un conto corrente alla Barclays perché è totalmente gratuito e non ha spese di gestione del conto. Successivamente trovando lavoro, si può decidere di cambiare banca per avere benefit e interessi come la Santander, TSB o Lloyds che offrono fino a 40£ al mese.

Il NIN e il lavoro:
Il National Insurance Number e il lavoro poi seguono di pari passo, se per il primo non c’è molto da dire se non che è necessario per pagare le tasse, per il secondo ci si può appoggiare ad agenzie del lavoro molto valide dove ci sono recruiter che come unico obbiettivo hanno quello di trovarti un occupazione… ovviamente la laurea e l’esperienza aiutano a trovare dei posti di lavoro con buoni contratti per guadagnare molti soldi, essenziali per vivere in questa stupenda città
Autore albertoAdmin
Vota questo articolo
Avvia
Condividi

Lascia il tuo commento!