Una proposta di legge per combattere lo spreco alimentare!

EXPO sta per giungere al termine e, in questi ultimi giorni, ha registrato un vero e proprio sold out con file infinite ad ogni padiglione. Quello che sembrava essere un vero e proprio flop sta dimostrandosi, pian piano, una vittoria per l’Italia che ne aveva davvero bisogno. E’ proprio all’Expo di Milano che è stata avanzata una nuova proposta di legge relativa allo spreco di risorse alimentari.

Si chiama “Spreco Zero” e potrebbe rivoluzionare anche il modo di intendere le donazioni delle eccedenze alimentari da parte dei grossi centri commerciali e degli alimentari. L’incontro si è tenuto proprio a Milano e si è parlato innanzitutto del quadro di norme relative proprio allo spreco alimentare che ha permesso di ottenere più di 3 milioni di piatti pronti e di eccedenze per coloro i quali ne avevano bisogno in soli 10 anni.

La proposta di legge riguarda proprio lo spreco di risorse: recuperare cibo di tutti i tipi, oltre che piatti pronti per redistribuirli a coloro i quali ne hanno effettivamente bisogno potrebbe essere la nuova frontiera del recupero di risorse. Basti pensare che, ogni anno, oltre al danno economico per la perdita di cibi scaduti, si ha anche un incremento della CO2 per distruggere queste risorse.

La proposta di legge andrebbe a garantire una diminuzione dell’inquinamento generale e delle emissioni di anidride carbonica, oltre che rappresentare un’ottima iniziativa per i soggetti meno fortunati. Secondo le aspettative si potrebbero recuperare in solo 1 anno circa 2 miliardi di euro!
Autore V2793
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!