Terremoto 6.0 nel Centro Italia, almeno 120 le vittime

E' stata una notte drammatica quella appena passata nel Centro della penisola italiana, colpita da un forte terremoto di magnitudo 6.0. La prima scossa è stata registrata alle 3.36 di mercoledì 24 agosto 2016 ed è stata seguita da almeno altre 30 scosse di intensità minore nelle ore successive.

Il sisma è stato localizzato ad una profondità di 4 km con epicentro ad Accumoli, in provincia di Rieti. Il terremoto è stato avvertito nel Lazio, in Umbria e nelle Marche. La situazione più grave è proprio ad Accumoli e ad Amatrice (Rieti), dove vi sono stati numerosi crolli e il paese è quasi per metà in macerie.

Sarebbero 6 le vittime nel comune reatino, ma si sta ancora scavando sotto le macerie e non si esclude che il bilancio possa essere più grave. Drammatica la situazione anche ad Accumoli (4 vittime e almeno 8 dispersi) e a Pescara del Tronto, piccola frazione di Arquata del Tronto (Marche), dove almeno 11 persone hanno perso la vita. Sono decine i dispersi nel paese marchigiano, tra residenti e turisti.

Si continua ancora a scavare nei paesi colpiti dal terremoto, comunità colpite al cuore in piena notte e ora in apprensione per il destino di decine di persone intrappolate sotto le macerie. La speranza è quella di salvare più vite possibile e rendere meno amaro il bilancio di questa notte che ha portato tanta distruzione nel centro del nostro Belpaese. 

AGGIORNAMENTO - Alle ore 20:00 del 24 agosto 2016 il bilancio è salito a circa 120 vittime. Sono ancora in corso le operazioni di salvataggio di diverse persone rimaste sotto le macerie e la ricerca di decine di dispersi. Registrate numerose scosse di assestamento.

Autore vdc1985
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!