Teologo del Vaticano fa Coming Out

Alla vigilia del Sinodo sulla Famiglia, monsignor Charamsa, quarantatreenne di origine polacca, fa coming out. “Sono un sacerdote e sono omosessuale. Orgoglioso e felice della mia identità, pronto a pagare ogni conseguenza”. Così esordisce monsignor Krzysztof Charamsa, il teologo ufficiale della Congregazione per la Dottrina della Fede, in un'intervista rilasciata al "Corriere della Sera". Una rivelazione questa che gli è costata la rinuncia al suo ruolo clericale che, secondo il comunicato del portavoce della Santa Sede, Federico Lombardi, avverrà a breve ma che l'uomo ha voluto fare per scuotere la coscienza della Chiesa. Per troppo tempo ha dovuto reprimere la sua omosessualità per seguire letteralmente il dogma della Chiesa che imponeva il rifiuto dell'esistenza dell'omosessualità. Secondo il teologo, l'amore omosessuale è un amore familiare che va coltivato. Reprimerlo è un atto disumano. Monsignor Charamsa è giunto a questa consapevolezza attraverso lo studio, la preghiera e la riflessione su se stesso, un lungo percorso basato sulla ricerca teologica. Il sacerdote - teologo, attualmente legato sentimentalmente ad un uomo catalano, vuole rendere nota la sua identità anche al Papa attraverso una lettera che gli invierà.
Autore pat7973
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!