Sicurezza: la protesta dei poliziotti napoletani

Nei mesi scorsi, a Napoli, si è assistito ad una vera e propria escalation di violenza: spari a tutte le ore del giorno e della notte, paura tra gli abitanti, madri che non mandano i propri figli a scuola per paura che un proiettile vagante possa colpirli e preferiscono rimanere segregati in casa.

Tutta questa situazione ha portato le istituzioni ad intervenire ma l'intervento è stato di mettere a presidiare le zone "calde" con qualche carabiniere e poliziotto in più rispetto al normale. Sappiamo, infatti, che in zone come quelle ci vorrebbe un bel gruppo di forze armate che possa limitare qualsiasi tipo di violenza e permettere agli abitanti di vivere una vita serena.

Nonostante questo il sindacato di polizia ha organizzato una manifestazione per protestare contro le condizioni in cui i poliziotti si trovano a lavorare: pochi mezzi e risorse davvero limitate per coloro i quali rischiano ogni giorno di perdere la propria vita per far vivere i cittadini in condizioni migliori.

Il governo dovrebbe intervenire, stanziando fondi per le forze armate e per far lavorare le stesse in assoluta sicurezza e tranquillità. Non è possibile che nel 2016 vi siano ancora difficoltà legate ai corpi delle forze armare dello Stato. Queste, infatti, vanno a garantire la sicurezza quotidiana di ciascuno di noi e, andrebbero, di conseguenza, valorizzate. 

Autore V2793
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!