Salvini contro il Papa: pensi allo "ius soli" nel suo stato, il Vaticano

Matteo Salvini, leader del partito della Lega Nord, è stato ospite del noto programma "In onda" di La7, dove si è discusso in merito allo "Ius soli", la nota proposta di legge che sta girando in questi giorni in parlamento e che riguarda le modalità di attivazione della cittadinanza agli immigrati presenti nel paese italiano.

In particolare Salvini ha espresso il suo disappunto nelle parole spese dal Papa qualche giorno fa, ribadendo che il "Papa è libero di applicare la legge nel suo stato, che non è quello italiano, bensì quello Vaticano". La polemica nasce quindi dal fatto che lo stato italiano non può accollarsi tutte le richieste proposte dal Papa, che vive in uno stato composto da immense ricchezze, a differenza di quello italiano che si fa carico già di tutta una serie di problemi economici e sociali.

Secondo Salvini ci sono già 4 milioni di italiani sotto la soglia di povertà, senza lavoro o con un lavoro sottopagato, e quindi accollarsi altre spese non è la migliore delle proposte. In un Italia dove non si sono ancora risolte le conseguenze disastrofiche che ha portato il terremoto, con un numero notevole di persone che è ancora senza una fissa dimora, non si può dare priorità a leggi come questa.

Appare dunque chiaro il pensiero del leader della Lega, che ha ben altri piani in mente in un suo ipotetico governo futuro.

Autore malefix
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube Canale Italia. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!