Ritrovati i resti di un soldato tedesco in Santi Cosma e Damiano

Ci troviamo nella località italiana di Santi Cosma e Damiano, sulle colline di Ventosa. Quì, l'11 settembre un contadino, intento nella ricerca dei funghi, ha avvistato quello che sembrava il pezzo di un osso che sporgeva dalla boscaglia. Il contadino intendo a rimuovere la vegetazione che copriva il resto dell'oggetto, scoprì che quello che si vedeva era solo la punta dell'aisberg, infatti uscì fuori uno scheletro umano quasi integro.

Allarmato e spaventato, il fungaiolo non esitò a chiamare subito i carabinieri che si apprestarono a fare un soppraluogo.

Le forze dell'ordine trovarono la placca identificativa di un soldato appesa ancora al collo osseo dello scheletro. Una volta interpretata la dicitura che questa riportava, si scoprì appartenesse ad un soldato tedesco della seconda Guerra mondiale!

Questo ritrovamento destò un grande clamore nella piccola comunità, soprattutto tra le persone che hanno vissuto quel periodo storico e che presero parte alla grande Guerra, tra cui anche alcuni partigiani. Infatti la località era tra i comuni che componevamo il percorso della memoria.

Si presume che il soldato decedette in quel luogo tra il 1943 e il 1944, periodo in cui in quella località si svolse una delle battaglie più cruente di quel periodo storico in Italia.

A seguito di tale ritrovamento è stato avviato il protocollo istituzionale che prevede la trasmissione della notizia all' ambasciata tedesca a Roma.

Autore Karolina
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!