Putin contro il Nuovo Ordine Mondiale

Putin si chiede quanto siamo a nostro agio a vivere in un mondo che è praticamente dominato da una politica basata sulla paura e sulla gestione e il controllo delle masse. Si chiede quale sia il ruolo degli Stati Uniti d'America nel mettere in atto questa politica e nel controllare i cittadini occidentali con i mezzi più meschini.

E' questo l'inizio dell'ennesimo discorso del leader e premier russo Vladimir Putin durante una conferenza stampa, di fronte a decine di giornalisti. Quello che analizza il Premier è la politica degli Stati Uniti: una politica fondata sull'incutere timore e sul minacciare i propri cittadini e i cittadini del mondo in modo del tutto indiretto. Ad esempio, una delle ultime minacce è rappresentata dall'ISIS, organizzazione criminale che sta seminando il panico in Siria e nel mondo.

Ma davvero gli Stati devono sottomettersi a questo genere di politica e stare a quelle che sono le decisioni di un gruppo di potenti, il Nuovo Ordine Mondiale? E' risaputo che questo gruppo e ordine prenda delle decisioni relative agli aspetti più importanti a livello globale, ma perché nessuno cerca di opporvisi, se non Putin?

Siamo costretti a credere, allora, che ci sia ben altro sotto questo silenzio/assenso che la maggioranza dei paesi industrializzati manifesta, tutt'oggi. Che fine faremo in un futuro prossimo se nessuno deciderà di smuoversi?

Autore V2793
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!