Parigi: Il cellulare lo protegge da una pallottola, vivo per miracolo

Il filmato, davvero incredibile, ci mostra un uomo evidentemente scosso che concede la propria testimonianza alle telecamere di un giornalista francese riguardo a ciò che gli è capitato durante gli ormai noti avvenimenti della sera del 13 novembre 2015 nel centro della capitale Francese. Un giorno in cui molti giovani, chi per andare allo stadio, chi per andarsi a divertire ad un concerto, chi semplicemente per strada seduto fuori ad un bar, hanno perso la vita a causa di una serie di attentati avvenuti in concomitanza nel centro della città, poi rivendicati dai folli radicali islamici appartenenti alla cellula terroristica denominata Isis.

Il Ragazzo mentre parla ha un cellulare bianco e danneggiato tra le mani ed in un primo momento spiega il motivo per cui era fuori allo stadio, ovvero che lui ed il cugino dovevano andare a riscuotere il rimborso del biglietto per la partita; mentre è al telefono succede di tutto tra esplosioni e colpi d'arma da fuoco: oltre ad essere colpito al piede sinistro (poi opportunamente medicato e fasciato), viene colpito all'addome (dove il suo normale giubbotto riuscirà ad evitare il peggio ammortizzando il colpo) mentre un'altro proiettile vagante lo raggiungerà all'altezza della testa ma non lo uccide: il suo cellulare si becca la pallottola al posto suo, salvandolo in modo assurdo da una morte altrettanto assurda.
L'uomo seppur ancora visibilmente scosso di considera un miracolato, e rientra nelle centinaia di feriti che si sono contati in seguito ai tragici avvenimenti.
Autore marcothileedo
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!