Morto il Boss Delle Cerimonie Antonio Polese: Tutti i dettagli

A novembre c'era stata la bufala sul web della sua morte, ed allora tutti i fan del docu-reality si erano scatenati sui social evidenziando quanto il personaggio di Antonio Polese fosse amato da tutti i naviganti amanti del suo Programma di Real Time.

Oggi, 1 dicembre 2016 purtroppo la vera triste notizia; Antonio Polese è deceduto a causa di scompensi cardiaci. Non ha retto quindi il cuore dell'ottantenne che tanto aveva colpito i suoi telespettatori con le sue spontanee frasi dette nel suo dialetto, il napoletano, la lingua del cuore.

Il suo programma, in cui egli era "il boss delle cerimonie", trasmesso su real time e quindi visto in tutto il mondo, ha destato non poche polemiche tra gli abitanti del capoluogo partenopeo: non pochi, infatti, sostengono che il programma dia un'immagine distorta del folcrore napoletano, che è estraneo a più del 90% della popolazione; serenate, dediche popolari, sfarzi eccessivi, troppe le incongruenze con le quali molte persone sono andate a scontrarsi alla vista di diverse puntate, per non parlare del fatto che il programma puntasse in modo palese ad evidenziare aspetti ignoranti di molti protagonisti.

Al di là delle critiche subite, il programma ha riscosso un successo popolare stratosferico, toccando alti livelli di ascolto anche oltreoceano. Antonio Tobia Polese si trovava già in ospedale quando gli aveva inferto un'altro duro colpo, la confisca del complesso Sonrisa di Sant'Antonio Abate.

Dopo ben due ricoveri edu una lunga serie di accertamenti, durante i quali il Boss non è potuto tornare a regnare sul suo famosissimo show, l'ottantenne si è dovuto ricoverare nella clinica Pineta Grande, sita in Castel Volturno dove poi è morto.

Autore marcothileedo
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!