"Messinasenzacqua" - Acquedotto Alcantara, le immagini dello spreco.

Messina in questo periodo sta attraversando una delle peggiori crisi idriche che mai si siano verificate in Italia dal dopoguerra. Una città di quasi 250.000 abitanti, la terza città della Sicilia nonché tra le prime 15 in Italia, da 2 settimane è senza acqua a causa della rottura della conduttura che rifornisce la città dello Stretto, che parte addirittura dal catanese ed è lunga più di 70 chilometri. Delle misure tampone messe in essere, ad una ad una sono tutte fallite miseramente.

Ma il problema dell’acqua a Messina non è nuovo, come dimostra questo video un caso simile, ma più contenuto come durata si era già verificato nel 2012. Esattamente nel mese di marzo, a seguito dell’ennesima emergenza idrica la città di Messina era rimasta per ben cinque giorni senza acqua. Nulla a confronto di questa crisi che quasi ininterrottamente attanaglia i messinesi dal 24 ottobre. Mentre i cittadini messinesi soffrivano per la mancanza di acqua, nella periferia sud della Città centinaia di litri al secondo si disperdevano nel torrente Giampilieri e successivamente nel mare. Il prezioso liquido proviene dalla condotta dell’Alcantara, quella stessa acqua che l’azienda AMAM di Messina non può comprare dalla Società che la gestisce perché troppo cara, a detta del Presidente dell’AMAM il prezzo è imposto dalla stessa regione Siciliana.

In questo video si vedono centinaia di litri al secondo che si riversano nel torrente Giampilieri. Uno spreco assoluto. Tutto questo accade ancora adesso, specialmente dopo quanto accaduto a Messina, una città rimasta, per adesso, per due settimane senza acqua mentre tantissima acqua si spreca. Nonostante la prima emergenza del 2012 nessuno a fatto nulla e la storia, maledettamente, si ripete.
Autore giuseppemento
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!