Le sconvolgenti rivelazioni di Red Ronnie sul mondo della musica

E' davvero illuminante il discorso pronunciato dal mitico Red Ronnie nell'intervista di Fanpage sui talent che vi propongo di seguito. La parte che reputo molto interessante inizia al minuto 05:30 circa del video, quando spiega come le corporation che lanciano le "star", mirino "a fare artisti usa e getta, senza dargli la possibilità di crescere, poiché se crescono poi possono rompere i co***oni, come Jimi Hendrix, che fece l'inno americano con le bombe, o Bono degli U2, che va a chiedere di cancellare il debito rompono le palle. E allora cosa hanno fatto? Hanno sostituito gli idoli. Oggi gli idoli che creano, sono idoli vuoti, lo dico sempre. (...)"

Ed è esattamente quello che accade. Ormai i cantanti che riescono a diventare celebri in tutto il mondo sono pochissimi, e tra quelli del passato, molti hanno fatto una brutta fine. Proprio come Jimi Hendrix, e molti altri, il famoso "club dei 27" al quale si è aggiunta recentemente anche Amy Winehouse.

Gli idoli di oggi sono meteore, arrivano, vendono qualche decina di migliaia di copie, e si eclissano. In questo modo non si pongono il problema di dover controllare queste persone, che potrebbero diventare scomode, come Michael Jackson, che fu infangato con menzogne e infine eliminato.

Red Ronnie è una persona molto intelligente, ed un bravo conduttore, peccato che non sia impiegato come meriterebbe in programmi di prima fascia. Ma visto che la TV di stato è gestita da membri Bilderberg e trilaterale, difficilmente uno che ha parlato più volte anche di "scie chimiche" e altre questioni scomode, possa avere grande visibilità. Anche Red Ronnie è uno piuttosto scomodo, un cervello pensante, per questo forse gli hanno "tarpato le ali" e non ha avuto la scena che avrebbe meritato. Certo è più comodo far fare strada ai classici servi sciocchi...

Autore veritanwo
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!