La Francia festeggia Macron, L'Europa esulta.

Emmanuel Macron ha battuto anche Napoleone Bonaparte, oltre ad essere l'ottavo presidente di Francia è anche il più giovane con i suoi 39 anni contro i 40 di Napoleone.

La Francia ha dunque scelto e non è bastato il sangue innocente versato dai cittadini per mano dell'ISIS per convincerla a scegliere la linea dell'orgoglio nazionale espresso da Marie Le Pen che ha comunque dato voce ad una parte della Francia che si pone la domanda su quanto sia stata giusta la scelta buonista finora mantenuta.

La Francia è la Patria della libertà, dell'uguaglianza e della fratellanza ed i francesi lo hanno ulteriormente confermato con Macron.

Esulta una certa UE ed ha motivo di esultare Matteo Renzi in quanto con Macron ha un ottimo rapporto anche personale e che potrebbe aiutarlo nelle discussioni in ambito europeo.

Come ogni Presidente anche Macron si definisce il Presidente di tutti, sarà dalla parte dei più deboli e principalmente si batterà per gli interessi dell'UE con buona pace dei sentimenti nazionalisti che lo hanno contestato e contrastato.

Per battere la Le Pen è stata necessaria un'alleanza di voti distanti politicamente e che ben conosciamo in Italia dove per battere un nemico comune ci si allea nonostante gli schieremanti avversi. I

Stavolta i contendenti non erano i soliti amici-nemici che miravano a gustare una fetta della torta comune, ma un'avversario che trovava indigesta quella torta.

Due parole sulla sconfitta Marie Le Pen.

Può ben vantare che per essere sconfitta è dovuta scendere in campo la UE e non quella che difende gli interessi nazionali ma quelli mondialisti che adesso sono anche nel mirino della magistratura italiana.

Due modi di vedere il futuro del quale uno del mondialismo a tutti i costi (non dimentichiamo che un Paese Multiculturale e Multirazziale come l'Inghilterra ha tagliato un esile cordone ombelicale che la legava all'Europa) ed uno che vorrebbe una sostenibilità dell'immigrazione e la difesa prioritaria dei propri cittadini.

Ringraziando i propri sostenitori promette di portare avanti le battaglie del FN rivendicando il ruolo di primo partito di opposizione. Per concludere.

L'affermazione del FN in Francia fino a qualche anno fa sarebbe stata inimmaginabile ed ancora di più come forza di destra nazionalista capace di rappresentare a livello nazionale la prima forza di opposizione.

Autore 6tony98
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietà del canale Youtube BBC News. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!