Juncker: Renzi non offenda la Ue: la flessibilità l’ho introdotta io!

Il Presidente della Commissione Europea Jean Claude Juncker il mese prossimo sarà in Italia, ma molto probabilmente non si tratterà di una visita di cortesia visto i rapporti non idilliaci tra Roma e Bruxelles. Proprio per questo motivo Juncker verrà nel Belpaese per discutere sulle esternazioni fatte dal Premier Matteo Renzi.

Infatti nell'ultimo periodo il Presidente del Consiglio dei Ministri Renzi ha fatto la cosiddetta "voce grossa" con l'Europa, chiedendo ulteriore flessibilità e affermando che il PD è il partito più votato a livello comunitario. A queste parole il Presidente Juncker ha detto basta, infatti davanti a tutta la stampa internazionale ha esplicitato che Renzi non si deve permettere in ogni sua uscita di offendere e ridicolizzare la Comunità Europea. Juncker afferma di essere rimasto basito quando Renzi alla fine del semestre di presidenza italiana abbia affermato che era stato lui ad introdurre la flessibilità.

Le parole sono le seguenti: "Renzi non offenda la Ue: la flessibilità l’ho introdotta io, non lui!", anzi secondo il Presidente della Commissione il nostro paese approfitta di tutte le flessibilità previste. Il premier italiano ancora non ha fatto nessuna replica alle parole di Juncker, l'unico che ha rilasciato una dichiarazione in merito è stato il Ministro dell'Economia Padoan, quest'ultimo ha affermato che il rapporto tra l'Italia e l'Ue è sempre solido e che Renzi non aveva nessuna intenzione di offendere nessuno. Nel video in questione ascolterete in esclusiva altre importanti notizie.
Autore calogero82
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!