Discorso di Putin che i nostri politici chissà se faranno mai

Forum di Valdai è un forum di discussione istituito nel 2004 nei pressi del Lago Valdai, da cui prende il nome, situato vicino a Veliky Novgorod, dove si tenne la prima riunione del Forum, cittadina della Russia europea non distante da San Pietroburgo. Questo forum di discussione è molto apprezzato sia in Russia sia all'estero, con partecipazione ai lavori da parte d'importanti esponenti universitari e gruppi di riflessione provenienti da tutto il mondo. I temi in programma, i Dialoghi Asiatici, Medio-Orientali ed Euro-Atlantici, hanno attirato largamente l'attenzione della comunità di esperti internazionali.

Nel 2014 la Fondazione, istituita dal Consiglio sulla Politica Estera e della Difesa, dal Consiglio degli Affari Internazionali Russo, dall'Istituto Statale di Mosca per le Relazioni Internazionali e dall'Università Nazionale di Ricerca, Higher School of Economics, ha assunto ogni responsabilità per i progetti del Forum.

Tra gli obiettivi principali del Forum, quello di creare un luogo d'incontro per promuovere il dialogo tra élite intellettuale russa e internazionale per fare un'analisi scientifica indipendente e imparziale degli eventi politici, economici e sociali in Russia e nel resto del mondo e dove esperti di ogni luogo possono informarsi sulla Russia da parte di fonti affidabili, esporre la diversità di vedute sociali e politiche su questioni chiave della politica interna ed estera e dare anche modo a esperti internazionali l'opportunità di incontrare i principali leader russi.

Tra questi certamente il Presidente della Federazione Russa Vladimir Putin. Nel video è tratto il suo discorso al Forum di Valdai nella sessione del 19 settembre 2013. E' un discorso intenso e sorprendente per la profondità quanto per l'essenza del messaggio, politica interna ed estera e valori morali strettamente connessi con la cristianità e i suoi valori intrinseci e inalienabili.

Dove i cardini morali e l'identità propria sono negati, anche tutto l'orientamento politico è corrotto, arrivando a sostituire Dio con Satana fino all'estremizzazione volendo arrivare alla legittimazione e promozione persino della pedofilia.

L'induzione all'oblio dei valori portanti della società e la loro degenerazione, per quanto le nazioni possano dirsi o essere 'sviluppate', Putin è convinto aprano "una via diretta alla degradazione e al primitivismo" che sfociano irrimediabilmente nella perdita della capacità a riprodursi.

Perdita d'identità e di valori storici e unici del cristianesimo e altre religioni del mondo non potrà che portare alla crisi, perdita e disorientamento della dignità umana.

Con questo discorso Putin si fa promotore della difesa di questi valori nel rispetto delle minoranze e a tutela dei diritti di tutti. Allo stesso modo opponendosi alla standardizzazione e visione unidirezionale del mondo, anche volta a "confondere le istituzioni di legge internazionale e di sovranità nazionale", afferma piuttosto le diversità di ruolo e posizioni, promuovendo "l'identità e la diversità mondiale donataci da Dio".

Autore eclidor
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!