Hillary Clinton aborto-estremista

Mentre i media evitano di parlare della posizione estremista di Hillary Clinton in fatto di aborto per cercare di preservarne un'immagine pulita e nonostante lei si presenti come una moderata, il suo appoggio a favore dei 'diritti' all'aborto oltre ad essere ormai abbastanza noto, si dimostra in un crescendo anche del tipo più accanito ed estremista tanto da averla indotta a promuovere l'aborto in tutta la sua vita e carriera politica in maniera radicale.

Stando alle sue affermazioni pubbliche, il suo acceso femminismo la pone parimenti come aborto-estremista. Particolarmente impressionante il piano di Hillary Clinton per l'America.

1. Aumentare i finanziamenti per la pianificazione familiare e quindi per l'aborto. 

2. Diminuire la libertà religiosa, secondo la sua affermazione che i "codici culturali profondamente radicati, credo e convinzioni religiose, devono essere cambiati". 

3. Nessun diritto per "le persone non ancora nate", secondo la sua affermazione che i nascituri non hanno diritti costituzionali di alcun tipo. 

4. Inoltre sostegno garantito soltanto ai giudici a favore dell'aborto, secondo il suo impegno costante nel nominare solamente giudici pro-aborto alla Corte Suprema.

Tutte cose che la pongono in una posizione di acceso estremismo in un tema tanto delicato. Che pur Hillary Clinton definendole persone, (le persone che non sono ancora nate), così però dice … i nascituri non hanno diritti costituzionali.

Autore eclidor
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!