Disposizione degli elementi antimissile, accordo "START" USA Russia - Intervista a Putin

In un'intervista al presidente della Federazione Russa, Vladimir Putin, questi indica quanto sia gravoso ritrovarsi per "la Russia costretta e abbastanza insolito per una Nazione a non poter muovere l'esercito e la tecnica militare da una regione all'altra, sul proprio territorio".

In questo video una breve presentazione della situazione geopolitica attuale dal 2000, quando il mondo si ritrova guidato dagli USA, mentre l'Europa da Germania, Inghilterra e Francia, e tutto l'Occidente accomunato come dalla preoccupazione che la Russia ridiventi un Paese potente, preferendola piuttosto debole e sottomessa, alla mercé di una realtà che ancora ricerca con estremo interesse le risorse naturali quali gas e petrolio a tutto business, fino a rendersi l'Occidente persino antipatica la disponibilità in quanto a risorse da parte di un presidente russo in tal senso accondiscendente e remissivo.

Dai primi anni '90, prosegue il video, l'America si prepara per l'offensiva contro la Russia, e la disposizione degli elementi antimissile in Europa dell'Est è solo una parte di questo programma. Di cui, riguardo al presupposto che si dice sarebbe difensivo contro le testate nucleari di Iran e Corea del Nord, Putin risponde molto diffidente di fronte al pretesto di un tale pericolo: "Oggi non esistono minacce né dalla parte dell'Iran né della Corea del Nord. Quando i sistemi antimissile sono senza dubbio destinati alla neutralizzazione dei missili nucleari della Federazione Russa, giacché i radar e i sistemi antimissile che circondano le nostre frontiere andrebbero a chiudere completamente il nostro territorio fino agli Urali, in altre parole andando a coprire le basi nucleari terrestri della Russia. E quando ci dicono che non li useranno contro di noi, ciò è tuttavia tecnicamente possibile, né vogliono darci garanzia alcuna che non ci attaccheranno". Continua Putin: "Non dimentichiamoci che gli USA sono l'unico Paese al mondo che ha usato un'arma atomica, e contro un Paese non atomico, il Giappone. Non possiamo dimenticare e reagiremo contro qualsiasi minaccia esterna. Siamo l'unico Paese, oltre l'America, a possedere la 'triade nucleare', le nostre armi sono inoltre uguali alle loro sia per potenza e per numero. Parità che decide il rapporto di forze in vantaggio anche per la Russia. … Quando nel Consiglio di Sicurezza dell'ONU, si fa allusione a qualche 'polverina' trovata sui territori di Bagdad o altrove in Iraq, definita arma di distruzione di massa, per andare con questa scusa ad aggredire quel Paese, per farne fuori l'esercito e il capo di stato quale esso sia, … per poi dirci che in realtà non c'era alcun'arma di distruzione di massa, allora mi viene il dubbio … che i partner occidentali non cercano collaboratori, bensì sudditi. Vogliono guidare. Con la Russia però non funziona così".

La Russia esce dunque definitivamente dal trattato siglato prima di tutti da Gorbaciov con gli USA, che limitava il movimento delle truppe e della tecnica militare sul territorio russo e accordo firmato da Eltsyn, riguardo alla riduzione delle armi strategiche: "START". Per rinnovarsi, si esprime convinto Putin, militarmente e dare il via libera a un processo di rinascita e modernizzazione della tecnica militare da allora accantonato all'inizio degli anni '90: "Le nostre forze armate devono iniziare a lavorare da subito per la tecnica militare tradizionale e per quella fortemente nuclearizzata - che ci vede mezzo passo più avanti rispetto ai nostri colleghi americani. Loro hanno punti forti come le navi in mare, noi altri", di cui il video descrive per terminare con i complessi missilistici russi.

La Russia riprende così posizione di rilievo nella politica internazionale, insieme a Stati Uniti, Cina, ed Europa occidentale, grazie ad una diplomazia "dura, pragmatica, precisa e ben pensata" conclude il video. "Il mondo cambia, costata Putin, né può essere guidato secondo gli schemi del dopo guerra, come cambiano anche le insidie e i centri di potere. Se accetteremo questi cambiamenti assumendo posizione, riusciremo a creare le condizioni per una situazione stabile. Altrimenti, staremo sempre in conflitto".

Autore eclidor
Vota questo articolo
Avvia
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!