Disabile sotto sfratto: per il Comune è solo burocrazia!

Uno dei temi sempre attuali e in primo piano in diverse discussioni anche in Parlamento è quello che riguarda i disabili o portatori di Handicap. Questi soggetti sono particolarmente tutelati dalla legge italiana in quanto si ritrovano, per un motivo o per un altro, ad essere letteralmente privati della loro quotidianità e di tutto ciò che erano in grado di fare prima da soli. Per questo, ed altri ovvi motivi, devono essere sostenuti economicamente, e non solo.

Quello che viene mostrato in questo video sembra andare contro a tutto ciò che abbiamo detto in precedenza. Il caso che viene presentato riguarda, infatti, proprio una donna disabile che, improvvisamente, si è ritrovata non solo a dover combattere contro la sua disabilità ma anche contro il Comune di Napoli. Comune che l'ha messa sotto sfratto circa 10 anni fa, durante i quali ha combattuto con il proprietario della sua abitazione. Oggi, 2 Marzo 2016, si sono presentati gli ufficiali giudiziari che hanno sfrattato la signora Aletto.

Nonostante il danno che la signora ha subito, il Comune di Napoli è riuscito comunque a trovare una soluzione molto ragionevole: è stato individuato uno stabile confiscato alla camorra nel quartiere Pianura, sempre a Napoli, che verrà assegnato alla signora Aletto per grave emergenza abitativa. I funzionari comunali si sono scusati affermando che si è trattato di semplice burocrazia.

Queste cose, però, nel 2016 sono incomprensibili sopratutto per una portatrice di handicap che già soffre e lotta contro la sua patologia! Non si può minimizzare il tutto puntando il dito contro la burocrazia.
Autore V2793
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!