Come funziona l'ITALICUM?

In questo video vi saranno spiegati i punti fondamentali del nuovo sistema elettorale in Italia, ovvero l'ITALICUM. La maggior parte di voi sa che in tutti questi anni i partiti si sono fatti una guerra per cambiare il sistema elettorale in vigore, ovvero il PORCELLUM. Ma l'ingresso dell'Italicum avverrà da luglio 2016 e varrà solamente per la Camera dei Deputati. Quando è stata approvata questa legge la maggior parte dell'opposizione ha la lasciato la Camera, infatti è stata votata con 340 favorevoli e 61 contrari. Questo nuovo sistema è nato tra l'accordo dell'attuale Presidente del Consiglio Matteo Renzi e Silvio Berlusconi, nel cosiddetto Patto del Nazareno; ma il modello fatto in quell'occasione è stato modificato tante volte fino ad arrivare a quello attuale. Per prima cosa bisogna stabilire che l'Italicum è un sistema proporzionale, ovvero i seggi vengono assegnati in base ai numeri di voti che ricevono, verrà calcolato sulla base nazionale ma inoltre verrà cambiato grazie ad un premi di maggioranza. Questo prevede per prima cosa che se una singola lista elettorale supera il 40 per cento, raggiunge la soglia dei 340 seggi, quindi ottiene un premio di maggioranza. Come secondo punto, se nessuna delle liste candidate arriva alla soglia del 40 per cento si deve effettuare un ballottaggio, ma solamente fra le due liste che hanno ottenuto più voti nel primo turno. Terzo punto: per avere dei seggi in Parlamento si deve superare la soglia del 3%. Quarto punto: faranno parte 100 collegi composti da più di 600 mila persone, da li si scelgono le liste dei candidati. Quinto punto: ci possono essere delle candidature multiple ma con un massimo di 10 collegi. Infine il sesto punto: per ogni collegio ci saranno dei capilista, quindi 100 che vengono scelti dai partiti. Mentre se rimangono posti disponibili, verranno presi i candidati che sono stati eletti con le preferenze.
Autore calogero82
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!