Attentato in Francia, Siria, Isis ed Egitto: ecco cosa non sai

Da quella maledetta sera di Venerdi 13, il mondo non fa altro che parlare degli attentati che hanno ucciso più di 130 persone nel cuore di Parigi, lasciandone oltre 300 a terra ferite. I giornalisti di tutto il mondo si occupano della vicenda, con interviste e approfondimenti.

Sono stati sentiti molti testimoni, ed è stato dato ampio spazio anche ai politici, che approfittano di questa tragedia per farsi propaganda, spesso con slogan populisti cercando di legare il fenomeno all'immigrazione, anche se è accertato che alcuni jihadisti si sarebbero intrufolati in Europa spacciandosi per profughi. Tra l'altro, è facile attualmente ottenere documenti siriani falsi, e non è facile riconoscerli senza la collaborazione del governo di Damasco.

I giornalisti usano toni che esaltano l'emergenza, parlano di "guerra" dichiarata dall'ISIS all'Europa, però sono molte le questioni che si guardano bene dal raccontare all'opinione pubblica, circa la creazione dell'ISIS.
Come è riuscito Al Baghdadi, a mettere in piedi un esercito tale da conquistare metà Iraq e Siria? E perché la comunità internazionale non è intervenuta immediatamente per fermare l'escalation del terrorismo, che si è impadronito di ricchezze, armi e persino giacimenti di petrolio e gas?

Gli interrogativi sono davvero molti. In questo video, Daniele Penna ne affronta alcuni. Il video è stato realizzato prima che i cacciabombardieri francesi, come previsto e prevedibile, colpissero le postazioni dell'ISIS in Siria
Autore veritanwo
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!