Attentati a Parigi: 7 sparatorie ed esplosioni, almeno 140 vittime

Una serie di attentati nella serata di venerdì 13 novembre 2015 ha gettato nel terrore la capitale francese. Gli attacchi si sono concentrati in diversi punti della città, causando la morte di almeno 140 persone.

La prima sparatoria si è verificata nelle vicinanze di un ristorante nel X arrondissement, dove sono stati segnalati diversi colpi di kalashnikov. Un secondo conflitto a fuoco invece è avvenuto nei pressi del famoso locale “Le Bataclan”, dove era in corso un concerto del gruppo Eagles of Death Metal. Qui gli attentatori avrebbero preso con loro almeno un centinaio di ostaggi. I terroristi hanno fatto irruzione nella sala sparando sulla gente e, secondo le testimonianze di alcuni spettatori, avrebbero poi tenuto in ostaggio oltre cento persone. Una terza sparatoria è invece avvenuta in un bar nell’undicesimo arrondissement della capitale transalpina.

Diverse esplosioni sono inoltre state registrate nei pressi dello “Stade de France”, dove era in corso l’amichevole di calcio tra Francia e Germania. Allo stadio vi era anche il presidente francese Hollande, scortato fuori dalla struttura. Sarebbero 40 le morti causate dalle esplosioni nei pressi dello stadio. Al termine del match gli spettatori sono rimasti nella struttura, nell'attesa che la situazione tornasse sotto controllo.

Il bilancio di questa folle notte di terrore parla al momento di almeno 140 vittime, la maggior parte al Bataclan dove gli attentatori hanno infierito senza pietà sugli ostaggi prima di essere fermati dalle forze di polizia transalpine. L'attentato è stato rivendicato dall'ISIS, che ancora una volta colpisce la Francia al cuore e minaccia azioni simili a Roma, Londra e Washington.
Autore vdc1985
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!