A Gela l'acqua è gialla!

Gela è una cittadina siciliana ormai conosciuta, purtroppo, per l'inquinamento ambientale che la mafia ha prodotto in quei territori. Da molti giornali è stato battezzata come "la nuova terra dei fuochi".

Negli ultimi giorni, vivere a Gela è diventato impossibile. Senza contare l'alta insorgenza di tumori che ogni anno affligge la popolazione di Gela, adesso la cittadina si trova a dover vivere senza acqua: viene erogata ogni tre giorni nelle ore notturne. Come se questo non bastasse, l'acqua che giunge nelle case è gialla! Ovviamente, non è potabile ed è piena di colibatteri.
Non solo non è stato fatto nulla per rendere Gela vivibile, ovvero un posto con bassa insorgenza di tumori, ma ora si è aggiunta anche l'emergenza acqua.

E' nata online una petizione per inviare un messaggio forte al presidente della Repubblica e al Capo del Governo. Gela si trova in uno stato di emergenza perenne. Prima della chiusura del petrolchimico, l'Eni si occupava della distribuzione idrica. Dopo il disastro, questo compito è stato affidato ad altre aziende. Tuttavia esse possono contare su una rete idrica vecchia che, infatti, contamina l'acqua a causa di numerose infiltrazioni.

Gli abitanti di Gela sono stanchi di vivere in questa situazione e con l'ennesima petizione sperano di richiamare l'attenzione di chi avrebbe dovuto, già da tempo ormai, prendersi cura di loro.
Autore Alessandra
Vota questo articolo
Guarda
Condividi

Lascia il tuo commento!